grande ma micro sd

La grande ma piccola micro SD!

Probabilmente si tratta di una delle trovate della tecnologia, che più rispecchiano il cambiamento generazionale del 2000, un millennio che ci sta regalando davvero molto dal punto di vista della nostra mobilità, perché molto di quello che facciamo online oggi succede quando siamo in giro. Quasi tutti dispongono di dispositivi portatili, che ci aiutano a comunicare e a fare davvero tutto quello che vogliamo, on the go, cioè anche mentre siamo in viaggio per esempio. Si tratta di una buona invenzione che va incontro alle esigenze del nuovo millennio.

Può capitare che pero decidiamo di salvare i dati dei nostri dispositivi su delle schede di memoria, che permettono di essere a loro volta inserite nei nostri dispositivi personali oppure di altri, e in questo favoriscono ulteriormente la praticità della loro funzione. In questa particolare circostanza, mi sto riferendo alla microsd memoria, che sono delle schede, contenenti della memoria, nella quale puoi mettere le tue app o la tua musica, i video e molto altro. Potrebbe sembrare una scelta facile, ma non e mai davvero così, perché le MicroSD hanno delle caratteristiche ben precise, sopratutto la memoria, troppo spesso sottovalutata.

Partiamo con la classe, forse pochi sanno che le MicroSD sono suddivise in classi, che determinano due fattori molto importanti: la velocità di lettura dei dati e la velocità di trasferimento dati, quindi una scheda con una BASSA velocità di trasferimento, probabilmente costerà poco di più, ma in quanto a prestazioni non ci sono davvero paragoni. Chiaramente, nella tua scelta, punta a classi alte, almeno dalla classe 10 in poi, altrimenti rischi di non essere contento della scheda acquistata. Considerato anche il prezzo irrisorio di questo dispositivo, conviene puntare sulle prestazioni migliori, comincia già adesso a leggere le recensioni di esperti online, e a farti una idea su quale micro SD può rispecchiare meglio i tuoi bisogni, ci sono davvero moltissime opzioni online, con prezzi più che allettanti.

Quanti dati può contenere?

Molo dipende da quanti dati hai bisogno di mettere nella scheda, puoi trovare quelle da 2 GB, ma con le app di oggi, ci faresti poco nulla, perché sono molto ingombranti, come i video. In realtà siamo anche arrivati a schede di memoria che superano i 32GB, quindi hanno anche più memoria degli stessi dispositivi come tablet e smartphone.

Se per un lettore MP3 ti potrai accontentare di schede fino ai 16GB, per gli smartphone dovresti partire almeno da 16GB, soprattutto se intendi utilizzarle molto per le nuovissime app, he occupano davvero moltissimo spazio della memoria. Nel caso specifico delle schede di memoria Micro SD, sono stati inseriti dei codici per identificare quelle più potenti, con tanta memoria, ideali per il tablet o lo smartphone.

viaggia con bici pieghevole

Viaggia compatto con la bici Pieghevole

Se stai pensando ad un modo pratico per poterti muovere per la città, dovresti cominciare a pensare ad una buona bici pieghevole. Viene sempre usata troppo la macchina, e purtroppo crea molto inquinamento, mentre la bici rappresenta un mezzo di trasporto completamente sostenibile e anti-inquinamento; inoltre, ti permette di fare dello sport e di mantenerti in forma. La bici pieghevole, oltre che ad essere re davvero molto ergonomica, pesa pochissimo e ti permette di metterla davvero dove vuoi, una soluzione molto, pratica, soprattutto se hai poco spazio in casa o al lavoro, e vuoi sempre portarla con te.

Si chiude e si piega in maniera

Il tutto semplicemente, grazie al suo meccanismo di apertura e chiusura; infatti, la bici pieghevole ha un telaio che le permette di snodarsi e di aprirsi, così come di chiudersi, e si ripiega in men che non si dica, il risultato sarà una bici super compatta che puoi mettere dove vuoi. Particolarmente indicata a coloro che abitano in città e che usano anche mezzi di trasporto, come coloro che vanno in vacanza con il camper o in macchina per esempio, perché le caratteristiche principali della bicicletta pieghevole, permettono di poter portarla dove si vuole, senza alcuna preoccupazione, perché è molto leggera e compatta, solitamente pesa meno di dieci chili, e la sua struttura ergonomica ti assicura molta comodità in viaggio.

In commercio, puoi anche trovare delle biciclette pieghevoli, con annesse rotelle, che permettono di ripiegarla e di portala come una valigia con rotelle, senza alcuno sforzo, molto comoda se la utilizzo spesso, e la devi portare con te per tragitti medio-lunghi. Sono molto in voga nelle città, sopratutto perché ti permettono di risparmiare del tempo e la loro compattezza permette di trasportarle dovunque, pensa che una buona bici pieghevole riesce a stare tra i sedili dei bus o dei treni, per esempio. La bici pieghevole, rispetto ad una bici tradizionale, permette una mobilità maggiore, che ti permette di mantenerti in forma, anche mentre vai al lavoro, per esempio. Sempre più persone si stanno rendendo conto che perdere la macchina, per fare poca strada non ne vale davvero la pena, allora che il connubio bici e trasporti pubblici, diventa una accoppiata vincente, oltre che a rendere gli spostamenti molto più veloci.

Parcheggia dove vuoi…

Non c’è dubbio che la più grande rivoluzione della bici pieghevole, consiste nella facilità di utilizzo, di trasporto, oltre che ai semplici meccanismi del telaio, che permettono una apertura e una chiusura molto semplice. Ci sono molti punti a favore, che rendono la bici pieghevole un perfetto mezzo di trasporto, molto leggero e compatto, una volta richiusa potrai riporla dove vuoi, grazie al poco spazio che occupa.

Non vi spaventate dei prezzi, la tecnologia costa, ma anche una bici normale costa, per cui cerca sul web le offerte migliori, se la desideri così tanto aspetta i saldi, ma se hai una mezza idea di acquistarla, cerca di leggere sempre le recensioni, molto utili per capire se stai scegliendo quella adatta alle tue esigenze.

arte e arredo

Non sai come abbinare arte e arredo?

Caro lettore, ormai da molto tempo si sente parlare di arte, anche e forse soprattuto in casa, si tratta di persone che realizzano progetti a regola d’arte, creando ambienti unici e decisamente originali, quindi artistici, oppure, al contrario si tratta semplicemente di persone che amano creare spazi con moltissime opere d’arte al loro interno, e molte volte il problema riguarda come integrarle nel tuo arredamento, soprattutto se non hai molta dimestichezza con le dimensioni o la struttura dell’opera, quindi ti può capitare di avere acquistato nel corso del tempo dei pezzi d’arte di varie epoche, con colori e forme molto diverse tra loro, in questo caso, il binomio arte-arredamento diventa sia gusto personale che attenzione ai particolari, anche e soprattutto per non risultare in un ambiente kitsch.

Quello che solitamente viene consigliato riguarda il modo che puoi allestire casa tua, molti esperti raccomandano di accostare i colori dei quadri e delle opere seguendo la struttura dei colori degli ambienti, cercando di mantenere un ambiente omogeneo nei colori, senza usare colori troppo contrastanti. Puoi sbizzarrirti nell’accostare stili diversi, o quadri di epoche diverse, ma ricorda sempre che tutto viene determinato dal colore dei quadri, quindi cerca di mantenere una visione uniforme dei colori, in questo modo il tuo ambiente risulterà sicuramente molto più originale ed elegante.

Dipende molto da che tipo di effetto finale vuoi dare al tuo ambiente, puoi infatti decidere di crearlo in base alla tua opera preferita oppure di integrare la tua opera nel tuo ambiente, questi casi sono diversi, e se scegli di creare il tuo ambiente in base alla tua opera, dovrai prestare attenzione alle dimensioni alla forma e ai colori. Puoi anche decidere di creare un ingresso ad effetto con quadri nel corridoio, se risulta abbastanza spazioso, altrimenti rischi di creare un effetto che rimpicciolisce il tuo corridoio, in questo caso ti consiglio di chiedere una mano ai professionisti dell’arredamento.

Ci sono anche professionisti apposta per te!

Hai due possibilità, nel caso tu non sia sicuro di come abbinare arredo e arte, puoi tranquillamente consultare e guardare video e articoli che ti spiegano come integrare arte e arredo al meglio, oppure puoi decidere di andare a cercare qualche professionista in materia, e rivolgere e a lui tutti i tuoi dubbi e le tue incertezze, come quello che vuoi come risultato finale del tuo ambiente.

Puoi anche fare prove da solo, puoi comprare dei campioni di colore e provarlo attorno al quadro, così come le federe dei divani e le tende. La cosa più importante da tenere a mente riguarda il risultato finale, come sempre, quindi il tuo ambiente dovrà risultare elegante, sottolinenando il perfetto binomio possibile tra arte e arredo.

design e tecnologia

Fusione di design e tecnologia: il grattacielo di Giacarta

Ho letto da pochissimi giorni una notizia davvero incredibile, che aspettavo da tempo, si tratta di un progetto che sarà pronto nel 2020, ma quello che colpisce davvero rappresenta la sua capacità di produrre energia. Questo grattacielo davvero molto futuristico, creato in maniera tale da poter utilizzare l’energia del vento per la produzione di energia, tutto questo non in America, come potresti pensare ma in Indonesia, Giacarta sarà la capitale di uno degli esperimenti più interessanti, che riescono a creare un accoppiamento perfetto tra il design e la tecnologia, infatti questo sistema permetterà di creare l’energia, quindi si tratta di una struttura molto imponente e del tutto autosufficiente.

WAW!

Credo proprio che lo andrò a visitare una volta concluso, ci voleva un esperimento del genere, davvero molto utile. La grande opera verrà realizzata sotto le ali di architetti molto dotati, che permetteranno la riuscita di un edificio auto sostenibile, tutto questo viene permesso infatti grazie alla forma e alla dimensione del grattacielo, con una parte ad imbuto e la sua forma ad onda il grattacielo riuscirà ad indirizzare la forza del vento, sfruttando la corrente per la produzione della sua elettricità.La grandissima fortuna nella creazione di un progetto di tale portata, cambia anche il modo di considerare la costruzione di grattacieli futuri, sicuramente se questa prova andrà a buon fine, saranno sempre più presenti grattacieli autosufficienti.Si tratta infatti, di edifici così grandi, che sicuramente il loro consumo di energia arriva a livella stratosferici, in questo modo si possono creare degli edifici a se stanti, che non dipendono da nulla per il loro funzionamento, se non dalle forze naturali, e in questo modo l’impatto ambientale si minimizza, sicuramente. Progetti di tale portata ed intensità, servono anche per aumentare la consapevolezza sulla capacità di auto sufficienza che attiva solo dalle forze naturali, e che possiamo plasmare il modo di costruire anche le nostre case, riuscendo ad abitare in ambienti auto sostenibili e del tutto caratteristici.Sarebbe anzi forse molto più semplice, cominciare da oggi a costruire le nostre case in questo modo, concependo una struttura diversa, se necessario, tutto questo a fronte di anni di auto sufficienza e qualità di vita che non verrà assolutamente compromessa.

La concezione di auto produzione dell’energia!

Sono rimasto strabiliato nel capire di come sia davvero possibile attuare un meccanismo di auto gestione negli ambienti, cambiando forme e materiali si possono sempre utilizzare le forze della natura. Mi piace sempre pensare agli aeroplani i di carta, perché puoi capire subito come la forma e il materiali influiscono sul vento per esempio, basta fare un ala diversa e l’area plano non vola più, ecco come abbiamo costruito da sempre le nostre case, invece di pensare a come farle interagire con le forze naturali, per sfruttarne anche la potenza, abbiamo creato case che dipendono da un sistema per funzionare, quando ormai chiaramente soprattutto dopo la creazione di un grattacielo, possiamo ben capire quanto sia effettivamente possibile progettare case autosufficienti!