sveglia ora di alzarsi

SVEGLIA… è ora di alzarsi!

Il risveglio è davvero molto importante, molte volte ci svegliamo nel modo sbagliato perché non abbiamo messo la sveglia oppure perché la nostra sveglia fa un rumore troppo forte, e il suo allarme ci fa letteralmente saltare giù dal letto. Se non hai un bioritmo regolare e fatichi a svegliarti da solo, la sveglia, può venire in tuo aiuto, e considerata la vasta gamma in commercio, troverai sicuramente il modello adatto alle tue esigenze. Uno strumento che ha rivoluzionato il nostro modo di svegliarci, un orologio che ti da la possibilità di emettere un suono, all’ora indicata, in maniera automatica, ecco la grandissima caratteristica della sveglia, che ci aiuta ad alzarci, tutti i giorni dell’anno, senza troppi sforzi.

Le sveglie con più funzioni, oggigiorno permettono anche di segnalare la temperatura della stanza oltre che la data e morte altre funzioni, per arrivare fino alla radiosveglia, che ti permette di svegliarti con la tua musica preferita. Le sveglie moderne sono ormai digitali, e danno la possibilità anche di registrare le stazioni della radio che più ti piacciono, così da farti svegliare con una melodia diversa tutti i giorni. Può anche acquistare una sveglia con USB connessa per lettori mp3, così da poter davvero scegliere con che melodie svegliarsi la mattina.
In generale, storicamente la sveglia ha una vita molto lunga, perché nasce molto tempo fa, e all’inizio faceva parte di un orologio con allarme, e si parla si sveglia analogica, mentre duramente la sua evoluzione è diventata digitale, aumentando esponenzialmente il numero delle sue funzioni e dal tipo di display, appunto digitale.

A differenza delle sveglie digitali, quelle analogiche vanno auto programmate, tramite una rotella che solitamente si trova nella parte posteriore della sveglie; le sveglie digitali, al contrario, ti danno la possibilità di auto programmarsi. Quindi una volta che avrai stabilito l’orario, non avrai bisogno di programmarlo tutti i giorni. La tecnologia che sta dietro la creazione delle sveglie digitali, infatti, è molto più avanzata rispetto a quelle tradizionali, a partire dal meccanismo di funzionamento che il quarzo rende possibile. Questo perché è un materiale molto diffuso, facilmente reperibile ed estraibile, quindi la batteria al quarzo riposando molto bene agli impulsi elettrici della corrente, permettendo il funzionamento digitale della sveglia.

La mitica radiosveglia

Funzionano a batteria e/o a corrente, e hanno rivoluzionato il concetto di sveglia con suono di allarme, perché il suono diventa la tua musica prevista, sicuramente meglio che svegliarsi con il PI PI PI PI PI, che molte volte non aiuta un risveglio tranquillo, ma più che altro traumatico, se il suono della sveglia è particolarmente forte e fastidioso.

La radiosveglia funziona in maniera molto semplice, basterà registrare le stazioni radio preferite, e ogni mattina ti sveglierai con una canzone che ti piace, è sempre diversa. Puoi anche optare per i modelli con porta USB, ai quali potrai collegare il tuo mp3, e selezionare la musica con la quale vuoi risvegliarti al mattino, per esempio. Ce ne sono davvero per tutte le esigenze, ovviamente a prezzi diversi, quindi comincia a controllare le offerte sul web e leggi le recensioni degli utenti online, in modo da riuscire a fare l’acquisto perfetto.

passeggino per neonato in arrivo

Pronto…PASSEGGINO? Neonato in arrivo!

Quanti preparativi da fare per il nuovo arrivato, e come tutti i neo genitori sanno, ci sono davvero molte cose da comprare, un bambino infatti ha i suoi costi, che solitamente per vengono attutiti con moltissimi regali ricevuti da amici e sopratutto da parenti, per non menzionare i nonni, che solitamente sono i più entusiasti della notizia. Un elemento che non può assolutamente mancare è il passeggino, e per garantire l’acquisto perfetto serve davvero fare i conti con la varietà di modelli che offre il mercato, soprattutto al giorno d’oggi.

Il passeggino servirà dai primi giorni di vita del piccolo, per questa ragione sarebbe meglio investire qualcosa in più per avere poi la certezza di poterlo utilizzare anche quando il piccolo crescerà, perché crescono davvero molto in fretta, soprattutto a quell’età. Per prima cosa, cerca la praticità perché da mamma, ti capiterà molto spesso di utilizzarlo da sola, quindi ti conviene pensare al modello che preferiresti usare più spesso, per fare tutte le commissioni, quindi qualcosa di pratico e leggero, magari con la possibilità di inserire pannolini, omogeneizzati e biberon. Evita di darti di prezzi troppo bassi o solo del tuo gusto estetico, perché la vera funzione del passeggino, consiste nel farti muovere liberamente, quindi la prima parte del tuo lavoro di scelta consiste nella PRATICITÀ di utilizzo.

Scegliere non è mai facile, ma se ti porrai le domande giuste, riuscirai a soddisfare i tuoi bisogni in men che non si dica, perché ci sono scelte per tutte le esigenze. Acquista un prodotto che abbia i giusti sistemi di sicurezza, non ti avventurare con nomi sconosciuti, almeno non per la prima scelta, cerca qualcosa che senti di poter utilizzare per molto tempo, quindi buoni passeggini leggeri, facili da aprire e da chiudere, facili da spingere, con ruote i media dimensione, che ti permettono di utilizzarli su pavimentazioni irregolari e sui parti, dato che probabilmente andrai molto spesso al parco, per farlo giocare.

Che cosa scegliere?

Pensa alla tua situazione, a dove abiti, a quante volte utilizzi la macchina, come hai intenzione di usare il passeggino, insomma. Se, per esempio, lo userai per fare le commissioni, hai bisogno di un passeggino LEGGERO e FACILMENTE APRIBILE, così come sara facile richiuderlo, infatti ci sono dei passeggini che permettono di chiudersi con una sola mano, molto comodi e pratici, sopratutto se usati in città, molto quindi dipenderà dall’utilizzo principale che hai in mente, per il tuo passeggino.

Il mercato offre molte alternative per andare incontro a tutte le esigenze, non ti sara difficile trovare quello giusto per te, cerca di fare comunque attenzione, e lo scrivo da donna, perché noi ci facciamo trascinare dal senso estetico, che non è sempre la scelta giusta da fare, quindi cerca la sicurezza e assicurati che il prodotto adempia a tutte le normative europee, per la fabbricazione.
Acquista un prodotto con una buona garanzia, e assicurati di poter liberamente contattare la compagnia, nel caso avessi bisogno di pezzi di ricambio, come le ruote, perché può capitare che si rompano.

elementi naturali in casa

Gli Elementi naturali in casa

La nuova moda?

Torna la moda degli elementi naturali in casa, forse tutto potrebbe essere r imputabile alla grandissima evoluzione del design, durante la quale gli stili si sono sempre più minimizzati, lasciando il posto ad ambienti post futuristici e anche minimalisti. Da qualche tempo, al contrario, soprattutto tra i più benestanti, torna l’amore per strutture naturali, gli elementi della natura ritornano come elemento costitutivo degli ambienti, e quindi ritornano tavoli di legno massiccio, così come armadi e credenze; ma al contrario di quello che si potrebbe pensare, funziona molto l’idea della fusione tra stile classico,antico moderno.

Nelle ultime creazioni di design non è difficile trovare elementi contrastanti, che creano degli stili sicuramente unici, tutto questo anche per la soggettività dei materiali, ovvero, al fatto che rispondono in maniera diversa alle lavorazioni, e se si ha a disposizione una mente fertile e creativa, si possono anche trasformare vecchi mobili in nuovi e del tutto di design. Molte tra gli ambienti moderni, sono caratterizzati dal bisogno di massimizzare lo spazio, di conseguenza, i mobili, diventano spesso multi funzionali. La differenza riguarda la lavorazione dei materiali, grazie alla quale oggi sembra possibile avere esattamente la riproduzione del tipo di legno, per esempio, o di ceramica.

Il legno e la ceramica sono sicuramente tra i materiali che hanno risvegliato lo spirito di creatività di moltissime designer, e questo portato alla realizzazione di pezzi incredibili, che mantengono le esatte venature del tipo di albero, per esempio. Come legno e ceramica, anche la pietra arriva ad aiutare designer con menti creative, un esempio tra tutti EVOLUTIONSTONE, che propone l’utilizzo di moltissimi tipi di pietra, che vanno ad isolare la casa termicamente rendendola anche assolutamente originale e unica, e sono davvero felicissima di poter scrivere che la società è italiana, quindi un grandissimo vanto per noi, nel mondo dell’innovazione del design, si tratta di sapere scegliere il materiale che ci piace di più, e dare vita ai progetti di tantissime designer eccentrici, ma con senso.

Perché funziona?

Credo che il fatto che sia ritornata tale moda, riguarda l’aumento della consapevolezza di quanto i materiali naturali rappresentano una validissima alternativa, oltre che ad avere moltissime proprietà delle quali benefici era la casa stessa, e di contigue a chi ci abita. Se non hai mai avuto la possibilità di avere in casa qualcosa del genere, puoi cominciare subito, ancora meglio se guardando qualche video online, ti viene lo sghiribizzo di provarci anche tu, non si sa mai, potresti scoprire l’artista addormentato che c’è in te.

Personalmente, credo si tratti di una questione molto interessante, da approfondire, anche perché tra le migliori società ci siamo noi, quindi a maggior ragione, sembra qualcosa tutto italiano, vale davvero la pena di investigare!

trash art

Il vecchio diventa nuovo: è la TRASH ART?

Siamo sommersi dalle cose, dagli oggetti, e quando ci stancano o mostrano piccole imperfezioni, siamo subito pronti a buttare tutto, per comprare di nuovo, la vita media delle cose non ha più lo stesso valore di quarant’anni fa. Basti pensare che durava tutto molto di più, forse ne avevamo molta più cura, e forse non esisteva questa grandissima competizione, che ha anche determinato prezzi e qualità inferiori, in questo modo compariamo di più, pensando di spendere meno, ma i realtà compriamo di più e spendiamo di più. Fortunatamente, esiste chi pensa al riciclo, al riutilizzo e alla trasformazione, alla conservazione e non al competo spreco, nel quale siamo quotidianamente sommersi.

Esistono persone che riescono a fare opere d’arti con i tappi di plastica, o con le bottiglie, ne esistono altri che creano oggetti che puoi utilizzare nuovamente, in maniera diversa, si tratta di arte che si presta a preservare e non consumare e sprecare, quindi sempre più menti fertili sono pronte a creare nuovi oggetti, da ciò che era stata considerata immondizia per qualcun altro.Sono sempre stata molto affascinata dalla capacità di certi artigiani nel poter trasformare oggetti che noi non vogliamo più, e crearne nuovi ma con molta più fantasia, tanto da volere essere nuovamente acquistati, e a rendere meglio l’idea moltissimi artisti che si sono messi nel mondo della TRASH art, che si chiama così perché TRASH significa immondizia, infatti tutto quello che nasce, viene preso da discariche oppure da associazioni, oppure regalato o trovato, ma si tratta sempre di oggetti non voluti, che arrivano però nelle giuste mani capaci di creare nuove bellissime creazioni.

Tutti gli anni esiste una iniziativa molto interessante soprattutto per gli amanti degli oggetti riciclati, si chiama ecomondo,grazie a questa fiera moltissimi artigiani e artisti, architetti del riciclo, si incontrano e possono mostrare al pubblico le loro idee, sempre mantenendosi decisamente originali. Lampade create da tubi idraulici, tavoli realizzati con un telaio della Graziella e due manubri, dal riciclo di tutti i materiali, sedie create da jeans non voluti, insomma le idee sono davvero moltissimi.

Niente da buttare, solo da TRASFORMARE

Il principio, la morale del rispetto anche delle cose stesse, non ha senso in effetti distruggere quando si può semplicemente trasformare, anche perché sembra evidentemente possibile da moltissime parti e in moltissimi modi, devi pensare che le alternative sono illimitate, quindi un artista ha davvero campo fertile, forse sopratutto con gli oggetti riciclati, perché la creatività sta galoppando, non fa il trotto.

Sono davvero rimasta super strabiliate dalle fotografie che ho visto, mi hanno fatto sorridere ed ero davvero compiaciuta nello scoprire questa grande presa di coscienza, davvero necessaria, perché produciamo davvero troppo spreco, e il 60% minimo delle cose che buttiamo può essere riutilizzato da qualcun altro in un altro modo! solo perché la persona in questione riesce a vedere una funzione diversa! alla quale magari tu non avevi semplicemente pensato! eh giustamente non siamo tutti ne artisti ne creativi!